in Blog

Il fascino della procrastinazione

Procrastina… Che? Questa astrusa parola non significa nient’altro che rimandare. Rimandare a dopo, a domani, a dopodomani, ciò che occorrerebbe fare in questo preciso istante. Basta guardarsi attorno, ma non serve nemmeno molto in là, per vedere che è un problema dilagante che miete vittime senza pietà. Basterebbe anche osservare i comportamenti che abbiamo noi stessi. Esatto, inutile girarci intorno: siamo tutti un po’ procrastinatori, chi più chi meno. Possiamo essere super disciplinati, ma quando stai per cominciare a studiare e senti quell’irresistibile voglia di scorrere le storie di Instagram di gente che non conosci, è difficile fermarsi e reprimere quel bisogno insaziabile. O quando sai che devi portare a termine un lavoro, ma c’é un problema (esatto è proprio un problema): hai un sacco di tempo prima della scadenza. Ecco dunque che il pensiero del “lo farò più tardi” si insinua nella mente e si radica, tanto da farti arrivare a due ore prima dalla deadline con te che ancora cazzeggi. O magari, aspetta… Non starai mica leggendo questo articolo invece che preparare quel maledetto esame di metà settembre? In tal caso, va bene, dai. Procrastina per informarti sulla procrastinazione (boom, baby). Permettimi, in tal caso di aiutarti, e di aggravare la tua condizione. Ecco un divertentissimo TED talk sull’argomento. Dai, altri 14 minuti e 4 secondi, e poi ti rimetti sotto… 😉 Lo so, sono una brutta persona.

 

Scrivi un commento

Commento